Guide

Opzioni su indici

Opzioni su indiciQuando si parla di trading online, contemporaneamente ci si riferisce a moltissime componenti che costituiscono gli investimenti finanziari. Uno dei modi di fare trading online più diffusi tra gli investitori è quello delle Opzioni.  Infatti molti tradr online investono sulle opzioni, poichè hanno una vasta scelta di mercati come ad esempio: Materie Prime, Valute, Indici ecc. Oggi in questa guida di trading online cerchiamo quindi di capire il significato di investire proprio con le opzioni, e in particolare delle opzioni su indici.

Opzioni su indici: definizioni e tipologie




Per comprendere le opzioni su indici, dobbiamo prima chiarire cosa sono le opzioni nell’ambito degli investimenti. Le opzioni finanziarie rappresentano un contratto attraverso il quale un investitore acquisisce il diritto (e non l’obbligo) di acquistare o vendere uno strumento derivato ad un prezzo prefissato (definito strike price) ed entro una data prestabilita. Un esempio molto pratico di opzione binarie potrebbe essere: Si decide di investire una quota del vostro capitale sul rialzo oppure sul ribasso di una materia sottostante e aspettare ad esempio: 60 secondi, 2 minuti, 10 minuti ecc.. Una volta superato il tempo da voi scelto se avrete scommesso sul rialzo e la vostra attività sottostante è superiore avrete vinto un % del vostro capitale scommesso di solito è 80%, mentre se la vostra attività è diminuita di valore avrete perso la vostra quota di capitale scommesso.

Per capire meglio le caratteristiche di una opzione gli elementi da prendere in considerazione:

  • Il sottostante: E’ un’attività non necessariamente finanziari da cui dipende il derivato. Il sottostante può essere molto vario come ad esempio: Titoli Azionari
  • Lo strike prìce: Anche detto come prezzo d’esercizio è una variabile che non fa altro che determinare il valore di uno strumento derivato.
  • Lo stile dell’opzione: Le opzioni possono avere uno stile americano oppure uno stile europeo. La differenza sta nel fatto che il diritto di queste azioni è incorporato direttamente nell’opzione, quindi bisogna acquistare l’attività sottostante nel caso di opzione call e venderla nel caso di opzioni put. Inoltre l’opzione potrà essere esercitata in qualsiasi momento. Lo stile europeo invece il diritto non è incorporato nell’opzione, ed l’acquirente potrà esercitare l’opzione solo alla scadenza del contratto stabilito.
  • Il premio: E’ il costo dell’opzione.
  • La scadenza: E’ la data di scadenza dell’opzione.
  • La facoltà di esercizio: Consiste nella trasformazione della posizione in opzioni  di acquisto oppure di vendita sul mercato sottostante.
  • Il valore intrinseco: Il valore intrinseco indica di quanto un’opzione è in-the-money. Inoltre bisogna precisare che solo un’opzione in the money ha un valore intrinseco superiore a zero. Mentre le opzioni out of the money hanno un valore intrinseco pari a zero.
  • Il valore temporale: Esso rappresenta quanto un investitore è disposto a pagare oltre al valore intrinseco del sottostante.
  • Il moltiplicatore.

Una prima classificazione delle opzioni riguarda proprio la data prestabilita. Si parla, infatti, di opzioni europee, se esse sono esercitabili solo alla scadenza, mentre parleremo di opzioni americane quando l’investitore ha la possibilità di chiudere la transazione in un qualsiasi momento entro la data stabilita.

Oltre a questa prima classificazione, le opzioni si dividono in due sfere principali:

  • Le opzioni CALL: si riferiscono ai contratti finanziari che prevedono il diritto di acquisto di uno strumento derivato.
  • Le opzioni PUT: si riferiscono ai contratti finanziari che prevedono il diritto di vendita di uno strumento derivato.

 

Chiarito cosa siano le opzioni, è ora possibile parlare di opzioni su indici e dei contesti nei quali esse sono inserite.

Indici di Borsa: classificazione e modalità di investimento

Prima di andare ne dettaglio bisogna capire cosa sono gli indici. Un indice è una misura dell’andamento di un insieme di titoli. Le opzioni su indici sono stati introdotti per la prima volta nel 1983. Oggi possiamo dire che queste opzioni sono tra quelle più usate dai trader online. E’ innanzitutto necessario focalizzarsi sul concetto di “indice di borsa”. Si tratta essenzialmente di una statistica che ha lo scopo di verificare le variazioni delle quotazioni azionarie. Spesso, in ambito economico, parlare di indici equivale a parlare del cosiddetto “paniere di titoli azionari”, ovvero una sorta di misuratore del valore di un pacchetto di azioni. Gli indici possono presentarsi in tre tipologie:

  • Indici equally weighted: quando vi è uguaglianza tra i fattori di valutazione che costituiscono l’indice.
  • Indici price weighted: quando ciascun titolo ha un valore diverso.
  • Indici value weighted: si tratta di una proporzione volta ad associare i valori dei titoli e la capitalizzazione della società emittente. (Sono gli indici più diffusi).





A questo punto, possiamo comprendere meglio le opzioni su indici nel trading online. Sicuramente il discorso non sarà molto semplice per i trader principianti, ma con questa semplice guida vogliamo spiegarvi passo per passo così da comprendere cosa sono le opzioni sugli indici.

 

Investire sugli indici e non sulle azioni significa, per un trader, avere il vantaggio di poter scegliere di puntare su un gruppo di società, invece che su una sola. Nel caso della singola società, infatti, si seguiranno le vicende economiche della stessa, mentre investire sugli indici comprende molti più movimenti all’interno di uno stesso percorso. Si tratta di operazioni effettivamente anche più semplici rispetto agli investimenti sulle azioni. I profitti sono di minore portata, ma le probabilità di successo sono nettamente maggiori rispetto alle azioni, poichè si avrà più possibilità di successo. Negli stati uniti le opzioni su indice più utilizzate dai trader sono:

  • S&P 500: Sono opzioni europee;
  • S&P 100: Sono opzioni americane;

Di solito gli investitori decidono di attendere la fine della giornata per dare le loro valutazioni sulle opzioni su indici. Il trading online, riferito alle opzioni su indici, è ancora più vantaggioso poiché permette di operare comodamente da casa attraverso i broker finanziari.

Su tali piattaforme, come ad esempio Plus500, è possibile registrarsi gratuitamente ed aprire un conto demo, con il quale iniziare a muovere i primi passi nel trading online e imparare tutte le tipologie di investimenti e le migliori strategie finanziarie sulle opzioni su indici. Inoltre sulla piattaforma Plus500 è possibile seguire le migliori guide e video tutorial sul trading online in modo del tutto gratuito.