Guide

Strike price

strike priceCome anche i meno esperti sanno, il settore degli investimenti si bassa essenzialmente sul valore di un prezzo. Tra i numerosissimi termini in cui vi imbatterete avendo a che fare con il trading online, uno tra i più diffusi è certamente lo strike price. In questa breve e completa guida andremo a vedere nel dettaglio tutte le caratteristiche dello strike price e come si utilizza nel trading online. Sicuramente non sarà una cosa molto semplice da capire, però grazie agli esempi che andremo ad illustrarvi potrete capire nel dettaglio lo strike price.

Strike price: definizione e utilizzo del prezzo di esercizio

La traduzione italiana del termine strike price è prezzo di esercizio e si tratta essenzialmente di una variabile che caratterizza uno strumento derivato. Rappresenta un prezzo al quale un investitore può eseguire l’operazione finanziaria desiderata. Per fare un esempio pratico, nel caso di operazioni CALL, lo strike price è il prezzo al quale è possibile acquistare lo strumento, mentre, al contrario, nelle opzioni di tipo PUT, lo strike price indica il prezzo al quale è possibile vendere il sottostante. E’ evidente quindi che si tratti di una variabile chiave nelle operazioni finanziarie. Quando decidiamo di investire in un’opzione call lo strike price potrà avere un valore positivo, ovvero avrà un prezzo superiore al prezzo d’esercizio e quindi possiamo dire che ci troveremo in un’opzione in-the-money; Mentre se il valore monetario della vostra opzione sarà negativa l’opzione sarà considerata in out-of-the-money. Mentre se il nostro investimento sarà in un’opzione put il valore monetario potrà essere solo positivo solo nel caso in cui il prezzo sarà minore del prezzo d’esercizio.Inoltre bisogna ricordare che lo strike Price viene considerato il valore più importante per valutare un opzione.





Per comprende meglio il significato di uno strike price, dobbiamo fare alcuni riferimenti alle opzioni. Un opzione è un contratto finanziario con il quale un investitore ha il diritto (e non l’obbligo) di acquistare o vendere uno strumento derivato entro una scadenza prestabilita e ad un prezzo prefissato. Nel caso dell’acquisto avremo le opzioni CALL, nel caso della vendita le opzioni vengono definite PUT. La data di scadenza prestabilita si chiama tecnicamente Expiry date e il prezzo prefissato è lo strike price. In cambio del suddetto diritto, chi investe sull’opzione deve garantire alla controparte il cosiddetto premio.

Calcolare lo strike price

Lo strike price è una componente fondamentale nella determinazione del valore di un’opzione. Nello specifico, per calcolare il valore di un’opzione si tengono presente i seguenti parametri:

  • Prezzo di mercato dello strumento finanziario sottostante
  • Strike price
  • Scadenza
  • Volatilità
  • Tassi di interesse.

Inoltre per calcolare in modo corretto lo strike Price bisogna tenere in considerazione anche altri valore come:

  • Il titolo predefinito;
  • Il titolo sottostante;
  • La possibilità di acquistare o vendere il titolo;
  • Il Prezzo specifico di uno stock preso in considerazione.

 

La formula finanziaria per calcolare il valore di un’opzione è la seguente: VALORE OPZIONE = VALORE TEMPORALE + VALORE INTRINSECO. Il Call-putvalore temporale si riferisce alle variabili relative alla scadenza, al tasso di interesse in un determinato momento e alla volatilità dello strumento. Il valore intrinseco è dato invece dalle variabili relative al prezzo di mercato e allo strike price. In questo contesto è importante capire anche il concetto di volatilità. La volatilità rappresenta essenzialmente la rapidità con la quale varia il prezzo del sottostante. Nel trading online, esiste la volatilità storica, basata sulle misurazioni relative al passato, e la volatilità implicita, che si deduce dal prezzo delle opzioni dello strumento finanziario che si sta esaminando in un determinato momento.




Quando lo strike price risulta più basso del sottostante, le opzioni sono esercitabili. Se invece lo strike price dovesse risultare più alto del sottostante, il valore delle opzioni sarebbe pari a zero. Un’operazione può essere esercitabile in due differenti modalità:

  • Lo stile americano: Le opzioni sono esercitabili in qualsiasi momento. Questo stile viene utilizzato principalmente nel mercato finanziario nel mercato anglosassone ed è caratterizzato dalla possibilità di esecuzione degli ordini in qualsiasi momento. Inoltre bisogna specificare che nello stile americano il trader può richiedere il sottostante in un qualsiasi momento.
  • Lo stile europeo: Le opzioni sono esercitabili solo alla fine dei contratti oppure in una data prestabilita. La data di scadenza di un’opzione può essere stabilita in: scadenze mensili, scadenze trimestrali, scadenze semestrali. Inoltre bisogna precisare che le scadenze nello stile europeo e principalmente in Italia sono prefissate ogni 3° venerdì del mese.

La scadenza delle opzioni finanziarie è un elemento molto fondamentale, poichè essa determina il valore di mercato di un’opzione finanziaria. Infatti bisogna ricordare che il costo di un’opzione si caratterizza secondo il suo valore temporale il quale diminuisce all’avvicinarsi della propria scadenza stabilità in precedenza e in base al prezzo sottostante.

 

Lo strike price determina anche la tipologia di opzione, così suddivise:

  • Opzioni at the money: quando il prezzo di esercizio è uguale al prezzo del sottostante
  • Opzioni in the money: quando il prezzo di esercizio è più basso rispetto al prezzo del sottostante
  • Opzioni out the money: quando il prezzo di esercizio è più alto del prezzo del sottostante.

 

Grazie alla nostra guida ora saprete cosa è lo strike price e come utilizzarlo nelle vostre strategie di mercato e sopratutto nel trading online, però vogliamo consigliarvi di seguire anche le altre guide presenti sul web e sopratutto le guide e i video tutorial delle migliori piattaforme di trading online come ad esempio Plu500, dove grazie alle loro guide sarà possibile diventare dei veri e propri esperti del trading online. Inoltre sulla nostra piattaforma ci sono altre numerose guide di come diventare trader professionista, continuando a seguirci sul nostro sito.