Guide

Trading ETF

etf

Molte persone interessate a guadagnare online si chiedono spesso quali siano, nel trading online, gli strumenti finanziari più adatti anche ai non esper

ti. La nostra risposta a questo quesito è il trading ETF. Di cosa si tratta? E come funziona? In questa guida andremo a rispondere nel dettaglio queste domande e farvi capire come sarà facile e veloce investire nel trading ETF anche per i meno esperti del trading online.

Trading ETF: cosa significa Exchange Traded Fund

L’Exchange Traded Fund, più noto con l’acronimo ETF, è una particolare categoria di SICAV, ovvero fondi comuni di investimento, a basto costo e gestiti in modo passivo. L’ETF è negoziato in Borsa come un’azione, e ha l’obiettivo di replicare un benchmark nel modo più preciso possibile.L’Exchange Traded Fund ha numerosi vantaggi ma quello più  importante è la riduzione del rischio, poichè esso consente di diversificare i titoli dell’indice che viene replicato, grazie anche i bassi  costi di gestione, la flessibilità della struttura e infine anche grazie alla trasparenza informativa nella sua negoziazione nei mercati finanziari di riferimento. Grazie a questi strumenti è possibile dare una maggiore sicurezza dei fondi del Trading ETF. Cerchiamo di spiegare meglio. Un benchmark è sostanzialmente un metodo di comparazione, quindi, facendo un esempio pratico, esistono ETF che replicano l’andamento della borsa di Tokio, o anche titoli con maggior capitalizzazione di altre Borse italiane o internazionali.  A questo punto, può sorgere un dubbio ammissibile: su cosa è possibile investire utilizzando gli ETF nel trading online? Gli strumenti ETF sui quali investire in ambito finanziario sono molteplici, tra cui:

  • Obbligazioni
  • Azioni (di singoli mercati o di intere aree geografiche)
  • Materie prime
  • Indici di società immobiliari e di private equity

Bisogna precisare e sopratutto ricordare che  la differenza tra il valore della quotazione dell’ETF e dell’indice benchmark deve essere necessariamente compresa tra le percentuali di 1 o 2%.

Quali sono i principali vantaggi dell’utilizzo del trading ETF?

  • Non esistono commissioni di entrata o di uscita, ma solo di gestione, peraltro molto basse (vanno dallo 0,1% all’1,5%).
  • Sono caratterizzati da estrema liquidità
  • Sono scambiabili in tempo reale
  • Consentono di beneficiare di proventi periodici

Per capire ancora meglio di come funzionano gli ETF bisogna sottolineare che essi vengono gestiti in modo passivo e sono quotati direttamente in borsa come normali azioni finanziarie. Per gestione passiva si intende che il suo rendimento viene legato direttamente alla quotazione di un indice quotato in borsa, quindi il suo valore di mercato non dipende direttamente dal gestore del fondo, ma il suo valore dipende direttamente dal mercato di riferimento.

Quindi a differenza di altre operazioni dove il gestore tende a fissare un valore maggiore rispetto a quello di mercato, nel Trading ETF il gestore cerca di verificare e mantenere la stabilità del fondo con l’indice di riferimento ed effettuare tutte le operazioni necessarie così da rendere il valore dell’ETF diverso dall’indice replicato sul mercato di riferimento. In termini più tecnici questa operazione viene indicata con il termine ribilanciamento. Inoltre bisogna ricordare che questa operazione ovvero il ribilanciamento sarà solo una preoccupazione del suo gestore e non per chi negozia gli ETF.

Classificazione degli ETF

Gli ETF si suddividono principalmente in due categorie: ETF armonizzati e ETF non armonizzati. I primi sono strumenti di investimento conformi alle Trading etfnormative europee, e sono quindi autorizzati allo scambio nella Borsa italiana e su alcune Borse europee. La sigla con cui sono contrassegnati è Ucits IV. Al contrario, gli ETF non armonizzati non possono essere quotati su alcune Borse. Prima di ogni transazione, i prospetti informativi chiariscono sempre di che tipo di ETF si tratti. La differenza tra i due tipi di ETF sta anche nella tassazione: il regime fiscale applicato agli ETF non armonizzati è sensibilmente più sfavorevole rispetto a quelli autorizzati. Per le ragioni sopracitate, si consiglia di investire sempre sugli ETF armonizzati.

Una delle tecniche più utilizzate dagli esperti di trading online è la tecnica conosciuta con il nome Short Seling. Questa tecnica consente di vendere gli ETF allo scoperto e quindi si potrà aprire una posizione al ribasso rispetto al suo indice di riferimento. Sicuramente nelle prossime guide andremo a veder nel dettaglio questa tecnica e capire come utilizzarla per le vostre strategie di Trading online.

Differenze tra ETF e fondi comuni nel trading online

Gli investitori che scelgono gli ETF invece di operare sui fondi comuni, ne traggono innanzitutto vantaggio in relazione ai costi delle commissioni, in quanto, come abbiamo visto, con gli ETF sono pressoché nulle. Con gli ETF si possono compiere anche delle operazioni definite “short”, con le quali si può ottenere profitto anche in caso di ribasso e senza che si verifichi una condizione di mercato predefinita.

Infine, utilizzando gli ETF nel trading online, è anche possibile eseguire strategie di hedging sul portafoglio. L’hedging consiste essenzialmente nell’effettuare una o più operazioni di copertura per proteggersi dai rischi legati ad un altro investimento. Con questa strategia, solitamente, si acquistano o si vendono dei contratti il cui valore è a rischio.

Proprio per i costi ridotti e per la possibilità di limitare i rischi in caso di perdita, gli ETF sono altamente consigliati per i traders alle prime armi, anche se, lo ricordiamo, essere alle prime armi nel trading online significa comunque avere acquisito un minimo di esperienza necessaria a muovere i primi passi negli investimenti. Solo in questo modo potrete diventare investitori di successo. Dopo aver capito cosa sono gli ETF e come utilizzarli con le diverse strategie, è arrivato il momento di individuare le piattaforme di trading ETF. Sul web come sappiamo esistono moltissime piattaforme di trading online, però non tutte permettono di investire sugli ETF. Noi insieme al nostro team siamo riusciti ad individuare le piattaforme di trading che permettono di investire su questo mercato. Le due piattaforme principali sono: Plus500 e Markets.com. Entrambe le piattaforme sono considerate le migliori presenti attualmente sul mercato per investire sul Trading ETF.

Vi consigliamo infine di dare uno sguardo anche alla nostra guida sul trading derivati.