Guide

Il Pip e lo Spread

Il Pip e lo SpreadIl trading online viene considerato come uno dei più efficaci metodi per guadagnare da casa. Grazie ad Internet i mercati finanziari sono diventati finalmente accessibili a chiunque, ma nessun profitto arriva dal nulla e occorre quindi acquisire un certo grado di esperienza anche per avere buoni guadagni con il trading online. Uno dei mercati finanziari più grandi al mondo è quello del forex, ovvero lo scambio di valute. Forse anche i meno esperti avranno sentito parlare di questi elementi: il Pip e lo Spread. Per chiarificare ogni dubbio cerchiamo di spiegare meglio cosa rappresentano questi due elementi per il forex e per il trading online. In questa guida cercheremo di spiegarvi nel dettaglio cosa sono e come utilizzarli per le vostre strategie di trading online. Questi strumenti, infatti,  vengono utilizzati dagli esperti del Forex online, poichè permettono appunto di effettuare un investimento più sicuro.

Il Pip e lo Spread: definizioni glossario forex

Con il termine Pip (Price Interst Point, punto di intersezione dei prezzi), si intende il movimento di una coppia di valute.Questo valore viene calcolato direttamente dalla piattaforma di trading online, però per capire meglio come utilizzarlo per le vostre strategie, è opportuno capire come calcolarlo, cosi da essere a conoscenza dei vari problemi. Lo Spread si riferisce invece alla differenza tra il prezzo al quale è possibile vendere e quello al quale è possibile acquistare, ed è infatti chiamato anche “differenziale”.

Facciamo qualche esempio: se una coppia di valute è quotata al valore di 1,1 e subisce un movimento che la porterà al valore di 1,2, tale movimento viene definito di 1 Pip. Un esempio di Spread potrebbe invece essere il seguente: abbiamo un BTP italiano con rendimento pari all’8%. Lo rapportiamo ad un titolo tedesco (Bund) con rendimento al 5%. Lo Spread è dato dalla differenza dei due valori (presi alla scadenza) ovvero, in questo caso, si tratta del 3%. Quindi, oltre al suo significato classico di differenziale tra domanda e offerta (bid-ask spread), lo Spread può indicare anche la differenza tra il tasso di rendimento di un’obbligazione e quello di un altro titolo (Credit spread).

Per capire ancora meglio come calcolare il Pip andiamo a vedere un’ulteriore esempio: Prendiamo come esempio la coppia di valuta EUR/USD. Attualmente questa valuta ha un valore di 1,2452 ed ha un movimento di 1,2454, quindi il Pip di questa valuta è pari a 2. Supponiamo di acquistare la valuta EUR/USD ad un valore di 1,4356/14357, tale acquisto è di 10000 quindi si avrà una spesa di 14357 euro. Quindi il valore del Pip in questo caso sarà pari ad 1€  ( 0,0001×100000=1€). Dopo pochi minuti la valuta sale a 1,4358/1,4359, quindi decidiamo di vendere ad un prezzo si 14358€. Quindi per calcolare il Pip finale dovremmo effettuare l’ultimo passaggio ovvero la differenza tra il primo Pip e il secondo Pip, 14357-14358= 1€.

Andiamo ad analizzare un nuovo esempio per capire ancora meglio come si calcola il Pip e lo spread in modo manuale e senza l’utilizzo della piattaforma di trading online.

In riferimento al forex e al trading online, vogliamo precisare che il Pip e lo Spread rappresentano anche i guadagni delle piattaforme di intermediazione finanziaria. Cerchiamo di capire in che termini. Un broker non guadagna dalle vincite o dalle perdite dei propri utenti, bensì ricava un profitto ogni volta che un trader apre una posizione. Ad esempio, se la coppia di valute Euro/Dollaro è quotata a 1,300 e il suo movimento la porta a 1,302, si avrà uno spread di 2 Pips. Una piattaforma broker guadagna il valore del Pip moltiplicato per 2.

Tutti questi calcoli oggi vengono effettuati automaticamente dalle piattaforme di trading online, ma conoscere come effettuarli è sempre un aspetto positivo per investire correttamente il vostro capitale.

Perché è importante calcolare il Pip

Il Pip e lo SpreadIl calcolo dei Pips viene effettuato matematicamente attraverso i software della piattaforma utilizzata da un trader per i propri investimenti. Al di là dei guadagni del broker stesso, conoscere il valore di un pip in rialzo o al ribasso è molto importante per capire quanto è possibile guadagnare o perdere da un’operazione finanziaria. Inoltre, i Pips rappresentano una delle strategie utilizzate dagli investitori per impostare gli stop limit e stop loss, a protezione del proprio capitale nel caso in cui una transazione non si rivelasse proficua come previsto.

Quindi conoscere il Pip è molto importante, poichè consente di conoscere il vostro guadagno oppure la vostra perdita di un’operazione finanziaria. Facciamo un’ulteriore esempio per capire perchè bisogna calcolarlo: Decidiamo di aprire un’operazione di acquisto sulla valuta EUR/USD , poichè siamo sicuri che questa valuta avrà un aumento notevole del suo valore iniziale  (10) e contemporaneamente acquistiamo anche la valuta USD/JPY  con un valore iniziale di (8). Il valore di entrambi aumenta di 2 pip, quindi la valuta EUR/USD 12 e la valuta USD/JPY 10. Nel primo caso il nostro guadagno sarà 200 e nel secondo caso 160. Quindi se vogliamo avere un guadagno stabilito bisogna saper impostare gli stop limit e stop loss. Per effettuare questa procedura bisogna ricordare un particolare molto importante, ovvero bisogna calcolare l’importo del guadagno voluto in base ai Pip della valuta su cui vogliamo investire il nostro capitale.

Per imparare tutto quello che c’è da sapere su il pip e lo spread, e su tutti gli altri elementi che compongono il trading online, basta registrarsi su una piattaforma broker ben recensita e regolamentata dalle Istituzioni competenti. Con un account su tali piattaforme potrete partecipare a veri e propri corsi di formazione ed iniziare ad investire con successo nel forex o con altre tipologie di trading online. Sul nostro sito troverete numerose guide sulle basi del settore finanziario e sui servizi offerti dai vari brokers presenti sul web. Molte piattaforme di trading online permettono di calcolare automaticamente il pip e lo spread della vostra operazione finanziaria. Però come già detto in precedenza in questa guida, bisogna saper calcolare manualmente questi due indicatori per eseguire in modo corretto la vostra strategia di trading online ed evitare i numerosi errori che di solito effettuano le piattaforme meno sicure sul Forex online.

Vi invitiamo, infine, a leggere anche la strategia dello spread trading.