Strategia Forex

Strategie Forex

teoria di Charles Dow

L’affascinante mondo del trading online non è fatto solo di investimenti finanziari, ma anche e soprattutto di una miriade di strategie e possibilità di guadagno. Il forex è una delle pratiche più diffuse nell’ambito del trading online; e spesso hai sentito dire che nel trading online molte persone perdono il loro capitale investito, sicuramente queste voci sono vere poichè quasi il 70% di chi fa trading online perde il suo capitale, però questa percentuale di investitori iniziano con il trading senza alcuna base e senza conoscere alcuna strategia di investimento online, però il 30% degli utenti riesce a guadagnare molto bene con il forex online.

Ora in questa semplice guida proviamo a capire quali sono le tipologie di analisi dalle quali nascono le migliori strategie forex cosi da investire in modo sicuro il vostro capitale.

Strategie forex: analisi tecnica e analisi fondamentale

Paragonando i mercati finanziari ad una qualsiasi scienza, diremmo che essi sono caratterizzati principalmente da due scuole di pensiero. Le due correnti prendono rispettivamente il nome di analisi tecnica e analisi fondamentale. L’analisi tecnica si riferisce principalmente ai movimenti dei prezzi di una coppia di valute, con lo scopo di prevedere i movimenti futuri. L’analisi fondamentale riguarda invece i più specifici aspetti economici del mercato, chiamati, appunto, fondamentali dell’economia.

Proviamo a capire le differenze tra analisi tecnica e analisi fondamentale, riassumendone le principali peculiarità.

L’analisi tecnica nasce grazie alla teoria dell’economista Charles Dow. Esso si focalizzò principalmente sugli indici azionari. La Teoria di Dow è suddivisa in 6 principi fondamentali. 

Il primo principio stabilisce che i mercati finanziari sono rilevabili su 3 tendenze:

  • Up Trend: Esso viene definito quel momento in cui il prezzo chiude a livelli superiori di quelli raggiunti in precedenza.
  • Down Trend: Esso si definisce il movimento decrescente dei massimi e minimi di n prezzo.
  • Correzioni: E’ la tend
    enza più pericolosa, poichè i prezzi si muovono bruscamente in direzione opposte alla direzione attuale per poi riprendere nella direzione originaria.

Il secondo principio stabilisce che il trend è composto da tre fasi fondamentali:

  • Accumulazione: Esso è un trend molto particolare, infatti in questa fase i trader più esperti iniziano a prendere una posizione sul mercato di riferimento comprando ciò che gli altri utenti vendono. Poichè il numero di trader esperti è minore rispetto agli investitori il prezzo delle materie in questa fase non cambia molto, quindi il mercato è molto stabili.
  • Partecipazione in massa: Essa è la fase più complessa poichè gli utenti decidono di cavalcare l’onda di un determinato mercato. In questa fase il prezzo può cambiare in modo veloce.
  • Euforia: Questa fase si verifica quando gli esperti di trader online iniziano a ritirare le loro posizione sui mercati finanziari.

 

Il terzo principio della teoria di Dow  stabilisce che tutte le notizie (attentati, interventi politici, ecc) possono modificare immediatamente l’andamento e il prezzo del mercato di riferimento.

Il quarto principio di questa teoria stabilisce che due mercati di riferimento devono confermarsi a vicenda. Ad esempio: Se il mercato dell’esportazione di automobili aumenta, automaticamente deve aumentare anche il mercato dei trasporti d’auto. Il quinto principio stabilisce che i trends devono essere confermati direttamente dai loro volumi.

Il sesto ed ultimo principio della teoria di Charles Dow stabilisce che possono esserci tantissimi movimenti contrari da parte di un trend ma esso potrà finire solo quando non ci sarà un evidenza concreta. Però su questo argomento c’è molto dibattito poichè non è facile capire quando un trend sta per finire realmente. Quindi sicuramente sarà un argomento che andremo ad approfondire nelle prossime guide di trading online sul nostro sito web.

L’analisi tecnica si basa su:

  • Analisi dei grafici
  • Prezzi
  • Arco temporale breve

L’analisi fondamentale si basa su:

  • Statistiche
  • Bilanci
  • Valore intrinseco
  • Arco temporale lungo

(Per maggiori dettagli sulle differenze leggete la nostra guida analisi tecnica VS analisi fondamentale).

Ne deriva che, tali approcci al trading online generino strategie differenti per quanto riguarda il forex. Tuttavia, non è detto che l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale non possano coesistere. Anzi, i benefici che si possono trarre dall’utilizzo delle due tecniche di previsione, sono notevoli, soprattutto dal punto di vista della completezza dei dati a disposizione per operare nel trading online con successo.

Come detto, l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale caratterizzano anche gli investimenti di tipo forex. Ricordiamo che il forex è essenzialmente la analisi-tecnciacompravendita di valute. Grazie alle strategie forex è possibile determinare, con buona probabilità di riuscita, l’andamento del mercato monetario. Come ogni aspetto del trading online, non si può parlare delle analisi come di calcoli infallibili, poiché per ovvie ragioni non lo sono. Grazie ad esse, però, è possibile valutare con logica i rischi di un’operazione finanziaria. Ad esempio, se i dati emersi da un’analisi tecnica e da un’analisi fondamentale risultano totalmente discordanti, è molto probabile che lo strumento preso in esame si trasformi in un investimento rischioso e di conseguenza si può desistere o cambiare obiettivi prima di subire delle perdite.

Variabili nelle strategie di trading online

Sappiamo che, nell’ambito delle strategie forex, la forza e la stabilità di una moneta sono date principalmente dal verificarsi di determinate condizioni economiche. E sappiamo anche che, il principio fondamentale della teoria economica afferma che il prezzo di un prodotto (nel caso del forex una valuta) dipende essenzialmente dal rapporto tra la domanda e l’offerta del prodotto stesso. Da questi concetti derivano le cosiddette variabili economiche di cui, gli investitori che operano attraverso strategie nel forex, devono assolutamente tener conto. Tali variabili possono essere così riassunte:

  • Valori di import/export di beni e servizi
  • Tasso d’inflazione
  • Pil dello Stato al quale la valuta appartiene
  • Crescita e produttività dell’economia di un determinato Paese
  • Mercato del lavoro
  • Tassi di interesse a confronto

Potrete trovare sul nostro sito numerose guide su tutte le migliori strategie forex e per il trading online. Diventare investitori di successo in poche mosse si può, ma solo con le tecniche giuste!